il motore di ricerca per dimagrire


»
»
2008
dic
20
Segui il blog via rss Calorie
Il Capitone

Il CapitoneSulle tavole dei napoletani non può mancare, la sera della Vigilia, il capitone.
Il capitone è un’anguilla. Il suo nome scientifico è “anguilla anguilla”, tanto per essere chiari. In Italia viene allevato in prevalenza nella laguna veneta, e nei laghi di Lesina e Varano (Puglia).
Il capitone vive in mare, in acque salmastre e in acque dolci: insomma, dovunque. Non è un animale particolarmente intelligente, né previdente, tanto che a Napoli, ad una persona che non si preoccupa di nulla, e che vive passivamente,  si dice: “Duorme capitò, c’a Natale te scite!”
In effetti, il risveglio natalizio del capitone si trasforma rapidamente in un incubo. Ma non solo per lui: anche per noi, che abbiamo intenzione di cucinarlo.
La letteratura e la filmografia sono piene di esilaranti – e drammatiche – descrizioni dei lunghi pomeriggi di Vigilia passati a far la posta al capitone comprato vivo, e fuggito sotto i mobili più pesanti e meno mobili della casa, non appena si è reso conto di quel che sta per accadergli.
Non di rado il capitone fa perder le sue tracce, e muore nel suo nascondiglio: non di vecchiaia, ma di fame, che è comunque più dignitoso che finire fritto, o arrostito.
Nel caso lo si riesca a catturare, non si canti vittoria: il  muco che  ricopre la pelle del capitone, oltre a permettergli una lunga sopravvivenza fuori dell’acqua, lo rende particolarmente viscido, quindi potrebbe sfuggirvi nuovamente (e in genere, lo fa).
L’annuale (e annosa) resistenza di queste sfortunate anguille ha valso loro  il nome di “Capitoni coraggiosi”.
Il povero capitone è  “cornuto e mazziato”: oltre a finire sempre (o quasi) in padella, è da sempre oggetto di barzellette e di lazzi osceni, dovuti alla sua forma allungata che rendono la parola “capitone” sinonimo di “membro virile”. A questo proposito, è ben nota  la distinzione del capitone ch’ recchie” dal “capitone senza recchie”.
Ironia della (mala)sorte, i capitoni che si mangiano a Natale sono in realtà delle “capitonesse”: sono cioè delle anguille femmina. Solo loro sono infatti in grado di raggiungere i 6 kg.,  e il metro di lunghezza. I capitoni maschi non pesano più di 200 gr. e arrivano a stento a 50 centimetri!


Lascia un Commento

Nome


Messaggio


Codice di sicurezza antispam

Invia il tuo commento
Ricerca



Calendario
« gennaio 2020 »
D L M M G V S
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Archivi
Categorie
Tags
Feed RSS
Calorie Alimenti Calorie Bevande Calorie Fastfood

Aggiungi calorie.it alla tua homepage di Google